FantasyLibri
Grazie per aver effettuato l'accesso.
Se ti sei appena registrato: il conto che si cita nell'email di conferma registrazione si tratta della possibilità di fare donazioni al forum,ma non è assolutamente un obbligo. Questo forum è libero e non avrà mai un costo! Diffondi la notizia

- HARRY POTTER _ ALTRI PROFESSORI DI HOGWARTS -

Andare in basso

- HARRY POTTER _ ALTRI PROFESSORI DI HOGWARTS -

Messaggio  ChiArA_25 il Mar Dic 06, 2011 7:38 pm

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
( CLICCA SULL'IMMAGINE PER TORNARE Ai PRESIDI DI HOGWARTS)


Professor Rüf Storia della Magia (Professor Binns)
Il Professor Rüf (Professor Binns) è il professore di Storia della Magia. Il professor Rüf è l'unico professore fantasma della scuola. Si dice che una notte si sia addormentato su una poltrona vicino a un camino acceso e che, la mattina successiva, solo la sua anima sotto forma di fantasma sia andata a lezione, lasciandosi dietro il suo corpo senza vita esattamente dov'era. Le lezioni di Rüf sono noiosissime, e la maggior parte degli allievi si addormenta al suono della sua voce monotona; in particolare, Harry e Ron non seguono mai la lezione, copiando poi gli appunti di Hermione. Rüf ha la fastidiosa caratteristica di non ricordarsi mai i nomi degli allievi. Al secondo anno lo vediamo come narratore della vicenda della camera dei Segreti (anche se nel film a farlo è la McGranitt), argomento sul quale è molto scettico. Pensa infatti che non esista nessuna Camera dei Segreti, ma dovrà ricredersi nel secondo libro.


Fiorenzo Divinazione (Firenze)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Fiorenzo (Firenze) è un centauro e lo vediamo comparire per la prima volta in Harry Potter e la pietra filosofale, ed è proprio lui a salvare Harry nella Foresta Proibita dall'incontro con Voldemort che era lì per bere sangue di unicorno con lo scopo di tenersi in vita. Essendo un centauro Fiorenzo è per metà uomo e metà cavallo, ha una chioma biondo chiarissimo, gli occhi di un blu stupefacente e un corpo da equino. Alla fine del quinto anno di Harry a Hogwarts, sotto richiesta del preside Albus Silente, diviene insegnante di Divinazione, in seguito al licenziamento, da parte di Dolores Umbridge, di Sibilla Cooman. Per questo motivo viene bandito dal suo branco, perché gli altri centauri si reputano superiori agli umani e la decisione di Fiorenzo di insegnare ad Hogwarts, non solo viene vista come un tradimento, ma addirittura come un modo di sottomettersi al volere degli umani. Dal quinto libro in poi Fiorenzo e la Cooman insegneranno entrambi Divinazione. Ciò per le ragazze come Calì Patil o Lavanda Brown, che in origine adoravano la Cooman, sarà una disgrazia, perché sembrano invaghite del bel Fiorenzo


Professor Kettleburn Cura delle Creature Magiche
Il professore Kettleburn è un uomo molto anziano, nominato unicamente nel terzo libro dal discorso di Silente di inizio anno. Lascia l'attività di professore di Cura delle creature magiche per rilassarsi dopo anni e anni di lavoro con "gli arti che gli rimangono". Il suo successore è Rubeus Hagrid, Custode delle Chiavi e dei Luoghi di Hogwarts.


Rubeus Hagrid Cura delle Creature Magiche

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

« Sulla soglia si stagliò un uomo gigantesco. Aveva il volto quasi nascosto da una criniera lunga e scomposta e da una barba incolta e aggrovigliata, ma si distinguevano gli occhi che scintillavano come neri scarafaggi sotto tutto quel pelame. » (J.K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale)

Impiegato come custode delle Chiavi e dei Luoghi di Hogwarts, nonché guardiacaccia, è un mezzogigante, in quanto sua madre, Fridwulfa, era una gigantessa e suo padre un mago. Ha un cane piuttosto codardo che si chiama Thor. È molto affezionato a Harry, infatti è lui che lo aiuta a comprare gli accessori scolastici a Diagon Alley, e come regalo di compleanno gli prende Edvige, la sua civetta. Ha una grande passione per le creature magiche pericolose, come Fuffi il cane a tre teste, Norberto il drago e Fierobecco l'ippogrifo. È proprio questa sua passione a fargli guadagnare, nel terzo libro, la cattedra di insegnante di Cura delle creature magiche. Durante la sua carriera di insegnante Hagrid rischia più volte di essere licenziato: prima al terzo anno di Harry, quando Draco Malfoy viene ferito alla spalla da Fierobecco; poi con gli articoli di Rita Skeeter nel quarto libro; ed infine dalla professoressa Dolores Umbridge (nel quinto libro) non solo perché è un "semi-umano" ma anche perché rappresenta un approccio pedagogico più libero e creativo, empatico e improntato alla condivisione dell'esperienza più che alla logica della didattica tradizionale (nonostante un linguaggio comico per le frequenti sgrammaticature). Per Harry rappresenta un grande amico.Dai libri si può desumere che Hagrid sia nato nel 1929. A supporto di questa tesi è il fatto che Hagrid sia stato espulso durante il suo terzo anno a Hogwarts, incolpato a torto di aver aperto la Camera dei Segreti, quando invece era stato Lord Voldemort, nato nel 1926 e presumibilmente al suo sesto anno a Hogwarts l'anno dell'apertura della Camera.

La capanna di Hagrid
La capanna di Hagrid (Hagrid's hut) si trova al limitare della Foresta Proibita nel centro del parco del castello, è la casa dove vive Hagrid con il suo cane da caccia Thor. È spesso il luogo di ritrovo per Harry Potter, Ron e Hermione ed è il posto dove trovare sicuramente Hagrid. Alla fine del sesto volume però la capanna viene incendiata da dei mangiamorte in fuga dopo la battaglia ad Hogwarts.

Thor
Thor (Fang) è il cane da caccia e da compagnia di Hagrid. Si dimostra nei vari libri un cane veramente fifone e vile, che cerca sempre di sfuggire alle escursioni nella Foresta Proibita; oltre che pauroso però è molto docile e affettuoso, soprattutto con Harry a cui cerca sempre di mordere l'orecchio. Il suo nome è ispirato alla divinità omonima della mitologia norrena, anche se presenta una personalità diametralmente opposta al dio valoroso e senza paura. Anch'esso vive nella capanna di Hagrid. Nel film Harry Potter e il prigioniero di Azkaban è rappresentato da un Mastino napoletano.


Prof.ssa Wilhelmina Caporal Cura delle creature magiche (Professor Wilhelmina Grubbly–Plank)
La professoressa Whilelmina Caporal (Grubbly-Plank) appare nel quarto libro (Harry Potter e il calice di fuoco), al capitolo numero 24 e nel quinto libro (Harry Potter e l'ordine della fenice) nei capitoli 10, 13, 15, 17. In questo periodo, tra il quarto e il quinto anno di Harry a Hogwarts, ha tenuto temporaneamente, in qualità di sostituta di Rubeus Hagrid, la cattedra di Cura delle creature magiche. Non si sa molto di lei, tranne che è una professoressa molto competente, capace di superare le ispezioni della Umbridge senza grossi problemi. Dà l'impressione di essere sempre equilibrata, serena ed efficiente, in particolare quando para i colpi della Umbridge senza perdere la sua flemma. È molto contenta del modo in cui Albus Silente dirige la scuola. Harry si fida di lei tanto che lascia alle sue cure Edvige, ma è dispiaciuto che sia tanto più brava di Hagrid come insegnante. Ha attirato le antipatie di alcuni ragazzi permettendo solo alle ragazze di avvicinarsi e di toccare l'unicorno.


Sibilla Cooman Divinazione (Sybill Patricia Trelawney)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

È l'insegnante di divinazione che Harry Potter incontra durante il suo terzo anno di corso ad Hogwarts. Odiata da Hermione Granger, è un'insegnate alquanto strana, che molti ritengono non dotata del dono della divinazione. È infatti osteggiata anche da alcuni docenti come la prof. McGranitt, che ritengono la divinazione una branca imprecisa e confusa della magia. La professoressa Cooman è una donna alta e molto magra, avvolta da scialli e tintinnanti braccialetti, porta degli spessi occhiali da vista che ingrandiscono spaventosamente i suoi occhi, nel suo aspetto l'autrice la ricorda come un grosso insetto. In effetti, Sibilla Cooman non sembra capace di profetizzare alcunché volontariamente. Le uniche due profezie (fatto sottolineato dal preside Albus Silente nel terzo libro) che riesce a effettuare sono totalmente involontarie e inconsce: la prima in ordine di tempo avviene poco prima della nascita di Harry e viene registrata nel Dipartimento dei Misteri, e viene poi rivelata nel quinto libro; la seconda avviene alla fine del terzo anno e prevede la riunificazione tra Codaliscia e Lord Voldemort nonché la rinascita di Colui-che-non-deve-essere-nominato. Verrà licenziata da Dolores Umbridge nel corso del quinto anno di Harry ad Hogwarts ma poi riassunta grazie a Silente; nel sesto anno lavorerà in coppia con Fiorenzo, un centauro che l'aveva sostituita dopo il licenziamento. Partecipa alla battaglia di Hogwarts, lanciando le sue sfere di cristallo dai piani superiori e sembra sopravviva. Nell'epilogo non viene menzionata.

Curiosità
È evidente nel nome del personaggio il riferimento alle Sibille, le profetesse della tradizione greco-romana. Nella traduzione italiana il riferimento è ancora più esplicito, in quanto il cognome Cooman (che si pronuncia "cuman" ) richiama la famosa Sibilla Cumana. Il suo secondo nome è Patricia, come dimostrato nella profezia del quinto libro Harry Potter e l'Ordine della Fenice (spc a apwbs: Sibilla Patricia Cooman a Albus Percival Wulfric Brian Silente). Adora lo sherry e nasconde le bottiglie delle sue bevute nella stanza delle necessità.



Filius Vitious Incantesimi (Filius Flitwick)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Vitious è un professore ed insegna Incantesimi alla scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts già da quando James Potter vi era studente ed è inoltre Capo della Casa di Corvonero. Il professore viene descritto come canuto e di bassa statura tanto che per riuscire a vedere al di sopra della sua scrivania deve mettere una pila di libri sotto i piedi. La sua statura deriva, a detta della Rowling, dal fatto di avere un lontano avo goblin. Vitious è conosciuto per empatizzare con creature mezzosangue come Hagrid in quanto mezzosangue egli stesso (cioè non discendente da una linea pura) o con maghi nati da genitori babbani, come Lily Potter. Nelle lezioni di incantesimi, Vitious viene spesso colpito da incantesimi mal riusciti o pronunciati male dai suoi allievi, che lo fanno volare per la stanza o lo riempiono di foruncoli. Si racconta che Vitious era, da giovane, un campione nei duelli, molto intelligente e piuttosto bello. Il professor Vitious prende parte, nel quinto libro, all'insurrezione contro Dolores Umbridge, ed era già nota la sua simpatia per tutte le persone avverse all'insegnante di Difesa contro le Arti Oscure.
In Harry Potter e il principe mezzosangue, Filius viene mandato dalla professoressa McGranitt a chiamare il professor Piton per dar man forte ai membri dell'Ordine della fenice contro i mangiamorte che si erano introdotti a Hogwarts. Tuttavia Piton lo mette fuori gioco, si unisce ai mangiamorte ed uccide il preside della scuola (Battaglia di Hogwarts). È soggetto, come tutti i suoi colleghi, alla tirannia di Piton, nuovo preside nominato dal Ministero su indicazione di Voldemort, e dei fratelli Carrow ad Hogwarts in Harry Potter e i Doni della Morte. Quando Harry torna ad Hogwarts, mentre Piton e la prof.ssa Minerva McGranitt stanno duellando, Vitious accorre in soccorso di ques'ultima, gridando "Fermati! Non ucciderai più nessuno in questa scuola". Piton viene inseguito da Harry, la McGranitt, Vitious, la professoressa Sprite e Luna Lovegood, e scappa da Hogwarts. Vitious partecipa alla Battaglia di Hogwarts: lancia incantesimi difensivi sulla scuola prima dell'attacco dei mangiamorte, tra cui un incantesimo dalla formula "Protego horribilis" e un incantesimo che pare ingabbiare i venti a difesa del castello, e sconfigge Antonin Dolohov.

Curiosità
Nel suo sito la Rowling ammette che il professor Vitious dei film di Harry Potter non è come se lo era immaginato lei, ossia semplicemente un signore anziano molto piccolo, quanto piuttosto effettivamente un goblin. Nei film, il Professor Vitious subisce un vero e proprio ringiovanimento. Nel primo episodio ha più l'aspetto di un folletto, dai capelli lunghi e bianchi e con in testa un cappello alla Mago Merlino (questo lo si può vedere ad esempio nelle varie scene in cui si pranza nella Sala Grande, oppure al termine, quando viene assegnata la Coppa Delle Case). Nel terzo e nel quarto film invece assomiglia più ad un nano, sicuramente più giovane di prima e con i capelli neri. L'attore che lo interpreta si chiama Warwick Davis e non è nuovo a questo genere di ruoli. È infatti stato il protagonista del film Willow di Ron Howard (1988) in cui impersonava un Nelwyn, una specie di nano abitante in un pacifico villaggio composto da esseri come lui all'interno di una foresta... ed anche allora il suo personaggio aveva il pallino della magia: la sua ambizione era diventare un grande stregone.


Minerva McGranitt Trasfigurazione (Minerva McGonagall)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Horace Lumacorno Pozioni (Horace Slughorn)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Lumacorno è stato insegnante di Pozioni e capo della casa dei Serpeverde dagli anni trenta-quaranta fino agli ottanta, quando decise di ritirarsi da entrambi i ruoli. Da giovane venne smistato alla casa dove da grande sarebbe diventato direttore. Compare per la prima volta nella saga nel sesto e penultimo libro, quando Harry, sotto richiesta del Professor Silente, deve cercare di convincerlo a tornare ad insegnare alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Harry riesce a convincerlo a tornare ad insegnare ad Hogwarts, dove si occuperà di Pozioni, mentre Piton passerà ad insegnare Difesa Contro le Arti Oscure. Durante il suo primo periodo a Hogwarts, Lumacorno aveva avuto come allievi svariati personaggi già comparsi nella saga di Harry Potter. Tra i suoi pupilli possiamo ricordare un giovane Severus Piton e Lily Evans, la madre di Harry, forse la studentessa preferita in assoluto da Lumacorno. Fra i tanti studenti di Lumacorno ci fu anche Tom O. Riddle, in seguito noto come Lord Voldemort. In un'occasione, Riddle fece alcune domande a Lumacorno sugli Horcrux e questi gli spiegò, anche se con qualche reticenza, che erano artefatti capaci di contenere pezzi d'anima e di garantire l'immortalità, che potevano essere creati solo tramite un omicidio spaccando la propria anima in due parti, e che nessun mago ne aveva avuto più di uno. L'allora giovane Tom si diede così da fare e col tempo, divenuto Lord Voldemort, divise la sua anima in ben sette parti, creando sei Horcrux, e Lumacorno non poté mai perdonarsi di avergli rivelato quei segreti. Col ritorno di Voldemort Lumacorno fu costretto a nascondersi, poiché era stato uno dei pochi maghi a rifiutare di convertirsi alla sua causa. Amico di Silente, anche se rifiutò di unirsi all'Ordine della Fenice, si fidò di lui quando, alla fine del quarto libro, annunciava il ritorno di Voldemort. Mago e insegnante notevole, duella con Voldemort stesso nella Seconda battaglia di Hogwarts, aiutato dalla McGranitt e Shacklebolt.

Il Lumaclub
Se da un lato il carattere di Lumacorno rispecchia quello tipico dei Serpeverde (il personaggio è ambizioso e ha desiderio di potere) dall'altro questo ha delle particolarità: a lui, infatti, non piace il ruolo di primo piano, ma preferisce essere dietro le quinte come suggeritore. Gli piace l'idea di poter influenzare persone famose, potenti o importanti. Potremmo definirlo un Serpeverde moderato, capace di non essere attratto dalle Forze Oscure e di essere fedele a Silente, sebbene rimanga snob ed egoista. È un amante delle comodità, e adora l'ananas candito. Dalla sua affermazione "basta non farmi vedere finché porto dentro il pianoforte" si può capire che gli piace suonarlo. Dopo il suo ritorno a Hogwarts, continua una delle sua attività preferite: ospita gli studenti e cerca di creare relazioni con e tra quelli che sono famosi, imparentati con persone famose o che abbiano particolare talento. Gli studenti che sono nella cerchia dei suoi preferiti entrano a far parte del Lumaclub (Slug Club ) e possono partecipare a feste e ricevimenti regolarmente organizzati dallo stesso professore. In questa maniera dimostra di non aver alcun timore di mostrare favoritismi. Non si crea scrupoli, infatti, nell'ignorare del tutto Ron, mentre è entusiasta di Harry e di Hermione, descritta a Lumacorno da Harry come "una delle migliori del mio anno" sebbene fosse nata da una famiglia babbana.


Pomona Sprite Erbologia (Pomona Sprout)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

È l'insegnante di Erbologia ad Hogwarts, e tiene lezioni su come trattare con diversi tipi di piante ed erbe magiche ad Harry e i suoi amici che frequentano la scuola. È in grado di preparare diversi prodotti ricavati dai vegetali. È inoltre direttrice di una delle quattro case di Hogwarts quella del Tassorosso
Questa professoressa compare fin dal primo libro ma la conosciamo poi meglio nel secondo dove essa ha un ruolo di rilevante importanza.
Nel secondo libro della saga ha salvato le vittime del basilisco durante l'anno che erano state pietrificate in quanto lo sguardo di questa creatura può uccidere, con l'aiuto di Madama Chips con le mandragole (specie di creature vegetali che possiedono una voce forte e bisogna stare attenti a quando piangono).
Nel settimo libro di Harry Potter, la professoressa Sprite si espone in prima persona insieme al collega Filius Vitious (insegnante di Incantesimi), per salvare Minerva McGranitt dall'attacco di Severus Piton. Partecipa alla battaglia di Hogwarts sopravvivendo e la sua cattedra diciannove anni dopo verrà assegnata a Neville Paciock. Il suo cognome originale in inglese, Sprout, significa "cavoletti di Bruxelles".


Neville Paciock Erbologia (Neville Longbottom)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Neville è nato il 30 luglio 1980, un giorno prima di Harry Potter: per questo motivo, visto che anche i suoi genitori, come quelli di Harry, erano Auror ed erano sfuggiti per tre volte a Voldemort, la profezia di Sibilla Cooman avrebbe potuto riferirsi sia a Neville che a Harry. Voldemort non udì la seconda parte della profezia,che diceva che sarebbe stato lui stesso ad indicare il suo nemico come suo eguale; così non scelse il Purosangue,ma venne attratto dal figlio dei Potter Mezzosangue come lui. Presentatoci nel primo libro della saga come un ragazzino impacciato e fifone, Neville viene misteriosamente assegnato dal Cappello Parlante alla casa di Grifondoro, quella a cui sono assegnate le persone che si distinguono per il loro coraggio. Inizialmente relegato a personaggio secondario, quasi una "comparsa", Neville muta profondamente nel corso della saga. Si scopre poi che i genitori (due Auror) erano diventati pazzi dopo lunghe torture magiche inflitte loro da Bellatrix Lestrange, la Mangiamorte che uccide poi anche Sirius Black al termine di Harry Potter e l'ordine della fenice: è infatti una seguace del signore oscuro Lord Voldemort. La malattia dei genitori, ricoverati all' ospedale San Mungo, influisce profondamente sul comportamento di Neville, che è costretto a vivere con la nonna, Augusta Paciock. Il ragazzo non è stato mai bravo nelle arti magiche, soprattutto in pozioni, del cui professore, Severus Piton, ha molta soggezione (nel terzo libro il suo molliccio si trasforma proprio nel professor Piton); l'unica materia che sembra essergli congeniale è Erbologia. Si può dire che il quinto libro costituisca un punto di svolta per questo personaggio; infatti adesso Neville comincia ad acquisire più sicurezza e un certo spirito di vendetta fa capolino nella sua mente. Questo lo porta ad un inaspettato miglioramento dal punto di vista della competenza magica e della fiducia in sé stesso. Pian piano Neville diventa abbastanza bravo nella Difesa contro le Arti Oscure (grazie agli incontri dell'ES) e mostra un grandissimo coraggio quando affronta solo con Harry una schiera di cinque Mangiamorte. Viene torturato come i genitori da Bellatrix Lestrange, ma ciononostante implora Harry di non consegnare ai Mangiamorte la Profezia. Alla fine del quinto anno, è l'unico, insieme a Luna Lovegood, a controllare costantemente il galeone incantato da Hermione per conoscere la data della successiva riunione dell'ES. I due, imbranati e bizzarri come sono, stringono infatti un forte legame affettivo nel sesto libro. Anche nel sesto libro Neville continua a combattere contro i Mangiamorte a fianco dell'Ordine della Fenice. In Harry Potter e i doni della Morte diventa il capo dell'Esercito di Silente insegnando ai pochi studenti rimasti a Hogwarts la difesa contro le Arti Oscure. Durante la seconda battaglia di Hogwarts viene torturato da Voldemort perché si convinca a diventare un Mangiamorte, ma lui si rifiuta e uccide Nagini con la spada di Godric Grifondoro estratta dal Cappello Parlante, avvolto dalle fiamme, che Voldemort stava usando per torturarlo. Neville sopravvive alla battaglia e 19 anni dopo, nell'epilogo, è diventato professore di Erbologia a Hogwarts. Si sposa successivamente con Hannah Abbott.

Oscar
Oscar (Trevor) è il rospo da compagnia di Neville Paciock presumilmente acquistato a Diagon Alley da suo zio, molto contento per la sua ammissione a Hogwarts. Infatti, Neville, non aveva mai mostrato capacità magiche, tanto che tutti i famigliari credevano che fosse un magonò. È un animale che si perde molto spesso, come nel primo libro poco prima della cerimonia dello smistamento, restituitogli da Hagrid con grande disappunto della McGrannitt. Nel terzo libro il professor Severus Piton minaccia Neville di far bere la sua pozione restringente a Oscar, perché la sua pozione sembra un veleno; tuttavia Hermione aiuta il giovane, anche a costo di prendersi una punizione.

Mimbulus mimbletonia
La mimbulus mimbletonia viene descritta nel libro come un cactus grigio coperto di bolle al posto delle spine. Pianta rara, fa la sua prima comparsa nel quinto libro, quando Potter e i suoi amici ne rimangono vittima, venendo cosparsi di puzzalinfa, sostanza viscida e appiccicosa secreta dalla pianta. Nel quinto volume, la pianta viene regalata a Neville Paciock per il suo compleanno da uno zio che conosce la passione del ragazzo per l'erbologia. La pianta sembra essere tipica dell'Assiria, nazione in cui lo zio l'acquista.

Puzzalinfa
La puzzalinfa (Stinksap) è un liquido denso, verde scuro, odorante di letame rancido, che schizza dalle bolle della pianta allorquando questa venga stuzzicata con qualcosa di acuminato. Essa schizza addosso a Harry Potter, Ginny Weasley, Luna Lovegood e Neville Paciock nel settembre del 1995, durante il loro viaggio nell'Espresso di Hogwarts. Neville, infatti, per dimostrare cosa sappia fare la sua Mimbulus Mimbletonia, la trafigge con la punta di una sua piuma, provocando gli schizzi di Puzzalinfa.

Curiosità
Esistono quattro spiegazioni nell'iniziale incapacità di Neville nell'usare la magia:
Nel settimo libro viene spiegato che una bacchetta non funziona pienamente per un mago se non ne ha sconfitto lui stesso il precedente proprietario. Fino al quinto libro Neville ha usato la bacchetta del padre, ma dato che questi era stato sconfitto da Bellatrix Lestrange, la bacchetta non gli apparteneva propriamente. Dal sesto libro in poi Neville usò una propria bacchetta e le sue abilità magiche migliorarono notevolmente. Sapere che i genitori erano impazziti a causa della magia, poiché nel sesto libro viene spiegato che i traumi psicologici possono interferire con i poteri magici. Le sue vere capacità si sbloccarono subito dopo l'evasione da Azkaban degli aguzzini dei suoi genitori.
Le continue critiche negative da parte della nonna di Neville e i suoi continui paragoni con l'abilità del padre (cioè il figlio di lei) sempre a sfavore del nipote, aggiunte ai continui maltrattamenti subiti dal Prof. Piton e dai continui insuccessi nel corso del tempo hanno fatto in modo che Neville maturasse una bassa autostima e una pronunciata goffaggine: capita spesso che ad un alunno se viene ripetutamente e sistematicamente sottolineata la sua incapacità questo sviluppa una mancanza di autostima e pertanto una profonda mancanza di fiducia in sè, questo genera delle aspettative negative riguardo il proprio agire e di conseguenza ricerca delle conferme della propria inettitudine. La combinazione dei punti sopra elencati.


Severus Piton Pozioni - Difesa contro le Arti Oscur (Severus Snape)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Madama Bumb Volo (Madame Rolanda Hooch)
Madama Bumb (Madame Hooch) è una maga che svolge l'attività di insegnante nella scuola di magia e stregoneria di Hogwarts di cui preside è Albus Silente. La incontriamo subito nel primo libro quando Harry va alla sua prima lezione di volo. La materia che insegna è il volo e quindi come reggersi sulla scopa. Madama Bumb nelle descrizioni appare come una donna con capelli grigi corti, e occhi gialli intensi come quelli di un falco. La incontriamo varie volte nel primo libro, ma poi via via sempre meno; si può pensare infatti che la materia del volo non si studi anche al secondo anno. Inoltre svolge la funzione di arbitro nelle partite di quidditch. Si è evinto, da versioni inglesi dei racconti, che il suo nome di battesimo è Rolanda.


Prof.ssa Septima Vector Aritmanzia
La professoressa Septima Vector è l'insegnante di Aritmanzia nella scuola di Hogwarts, è un personaggio poco presente nei libri, infatti se ne hanno solo alcune citazioni, ed è totalmente assente nei film. Secondo una rivelazione della scrittrice, J. K. Rowling, il suo nome è Septima. Notare l'errore nella traduzione italiana: in svariate situazioni del quarto libro, Vector non viene nominata come una donna, ma come un uomo: il professor Vector.


Prof.ssa Aurora Sinistra Astronomia
La professoressa Aurora Sinistra è l'insegnante di astronomia ad Hogwarts. Appare in due occasioni, la prima volta al Ballo del Ceppo nel quarto libro, quando balla con Malocchio Moody, la seconda nel quinto libro, in un esame notturno quando la professoressa Minerva McGranitt viene aggredita con piu Schiantesimi lanciati da Dolores Umbridge e dai suoi scherani.


Prof.ssa Charity Burbage Babbanologia
La professoressa Charity Burbage è l'insegnante di Babbanologia ad Hogwarts. Compare solo nel settimo e ultimo libro, Harry Potter e i Doni della Morte. Viene catturata dai Mangiamorte perché nelle sue lezioni insegnava come i Babbani non fossero così diversi dai maghi, e la sua scomparsa viene coperta facendo credere che si sia dimessa. Viene torturata e poi uccisa da Voldemort ("Harry Potter e i doni della morte" pagina 21, capitolo primo) e data in pasto al pitone Nagini nel castello dei Malfoy.


Alecto Carrow Babbanologia
Alecto Carrow è un personaggio secondario della saga di Harry Potter. Viene nominata nel sesto libro da Piton, quando Narcissa Malfoy viene a chiedergli aiuto. Così come suo fratello Amycus, è una Mangiamorte e partecipa all'attacco alla scuola di Hogwarts durante il quale Severus Piton uccide Albus Silente, alla fine del sesto libro. È descritta come una donna tozza, brutta e ingobbita, con la pelle giallastra e capelli sempre arruffati. Nel settimo libro viene nominata da Voldemort professoressa di Babbanologia, per rimpiazzare Charity Burbage, uccisa da Voldemort stesso. Alecto tenta di insegnare agli alunni di Hogwarts che i Babbani sono violenti e odiosi, e che hanno costretto i maghi a vivere nascosti; bisogna dunque assolutamente odiarli e disprezzarli. Sconfitta alla fine dell'anno, dopo aver tentato di impedire a Harry Potter il ritrovamento dell'ultimo Horcrux, il Diadema di Corvonero, viene rinchiusa nella prigione di Azkaban.


Amycus Carrow Difesa Contro le Arti Oscure
Amycus Carrow, fratello di Alecto Carrow, è un personaggio secondario della saga di Harry Potter, ed è un Mangiamorte. Egli è tra i Mangiamorte che, negli ultimi capitoli del sesto libro attaccano la scuola di Hogwarts; egli assiste all'uccisione di Albus Silente per mano di Severus Piton e tenta poi senza riuscirci di scagliare la Maledizione Cruciatus contro Ginny Weasley.
Nel settimo libro Amycus diviene professore di Arti Oscure alla stessa scuola di Hogwarts per ordine di Voldemort. Poiché il settimo libro della saga è in larga parte ambientato fuori da Hogwarts, il suo personaggio compare solo in uno degli ultimi capitoli, dove viene descritto come un uomo rozzo, prepotente e disgustoso, che arriva persino a sputare in faccia alla professoressa Minerva McGranitt, provocando l'ira di Harry, che lo colpisce con una Maledizione Cruciatus. La sconfitta dei fratelli Carrow, che avevano richiamato Voldemort a Hogwarts segnalandogli la presenza di Harry, fa iniziare la ribellione e i preparativi per la battaglia di Hogwarts. Dopo la sconfitta di Voldemort, Amycus viene processato per la sua attività di Mangiamorte ed imprigionato ad Azkaban.
avatar
ChiArA_25
Admin

Messaggi : 263
Data d'iscrizione : 03.02.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum