FantasyLibri
Grazie per aver effettuato l'accesso.
Se ti sei appena registrato: il conto che si cita nell'email di conferma registrazione si tratta della possibilità di fare donazioni al forum,ma non è assolutamente un obbligo. Questo forum è libero e non avrà mai un costo! Diffondi la notizia

- CRONACHE DI NARNIA _ IL LEONE, LA STREGA E L'ARMADIO -

Andare in basso

- CRONACHE DI NARNIA _ IL LEONE, LA STREGA E L'ARMADIO -

Messaggio  ChiArA_25 il Mar Dic 06, 2011 2:44 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
(CLICCA SULL'IMMAGINE PER TORNARE ALLE CRONACHE DI NARNIA)

IL LEONE, LA STREGA E L'ARMADIO


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Il leone, la strega e l'armadio è un romanzo fantasy per bambini di C. S. Lewis. È stato il primo della saga di "Le cronache di Narnia" a essere scritto, nel 1950, ed è il più noto. Tuttavia, cronologicamente nella serie viene per secondo, dopo "il nipote del mago" che è stato scritto più tardi.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, quattro fratelli (Peter, Susan, Edmund e Lucy) sono costretti a fuggire in una villa in campagna a causa dei bombardamenti. Vanno a vivere dall’anziano professor Digory Kirke.
Un giorno i quattro ragazzi giocano a nascondino. Lucy, la più piccola, si nasconde in un guardaroba in una stanza vuota della grande villa, ed incredibilmente scopre che l'armadio è la porta per un altro mondo, un mondo innevato popolato da animali parlanti e creature mitologiche. Un fauno di nome Tumnus spiegherà a Lucy che Narnia, questo il nome del Paese, è precipitata in un inverno senza fine da quando la Strega Bianca ha preso il potere.
Quando Lucy torna nel suo mondo i fratelli non credono alla sua storia, ma successivamente si ritroveranno tutti e quattro a Narnia e scopriranno di essere i prescelti(nella leggenda delle cronache di Narnia si narra che due figli di Adamo e due figlie di Eva potevano sconfiggere la strega bianca), gli unici che potranno sconfiggere la Strega Bianca e porre fine all'inverno.
Anche se Edmund tradisce inizialmente i compagni a causa dell'inganno della Strega, alla fine i fratelli, grazie anche all'aiuto del Grande Leone Aslan, riusciranno ad avere la meglio e a sconfiggere la malvagia Strega.
In seguito vengono incoronati da Aslan Re e Regine di Narnia (Peter è il Re Supremo) e regnano per molti anni, divenendo adulti, finché per puro caso non entrano nuovamente nell'Armadio a Lanterna Perduta, lo attraversano e scoprono che nel nostro mondo il tempo non è trascorso. Si ritrovano così di nuovo ragazzi e raccontano solo al professor Kirke la loro fantastica e lunga avventura.


Personaggi

Peter

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Peter Pevensie (1927-1949) è un personaggio letterario ed è uno dei protagonisti della saga di sette libri de Le cronache di Narnia, scritta da C. S. Lewis.
Nei film d’azione della Disney, “Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio” e “Le cronache di Narnia: il principe Caspian”, Peter è interpretato dall’attore inglese William Moseley. L’attore Noah Huntley interpreta un Peter più vecchio alla fine del primo film. Peter è il più grande dei quattro Pevensie e condivide le sue avventure a Narnia con le sue sorelle Susan e Lucy e con suo fratello Edmund. Essendo il re supremo di Narnia, Peter ha autorità su tutti i re e le regine che Narnia avrà.

Il nome
Peter condivide delle somiglianze con San Pietro (Saint Peter) e questo può aver contribuito la scelta del suo nome da parte di Lewis. Una prima bozza de Il leone, la strega e l'armadio comincia con: "Questo libro parla di quattro bambini di cui i nomi erano Ann, Martin, Rose and Peter. Ma è soprattutto su Peter che era il più piccolo." Peter è l’unico nome che appare nel lavoro finale, ma come il bambino più grande invece che il più piccolo. Pevensey, nella costa sud-est dell’Inghilterra, è il sito di un castello medievale che appare importante nella storia Inglese in molti punti. In “Puck Of Pook’s Hill” di Rudyard Kipling (1907) almeno uno dei personaggi si riferisce a Pevensey come “Il Cancello dell’Inghilterra”, che il famoso armadio dei libri di Lewis diventa quasi letteralmente. In realtà il cognome “Pevensie” non appare nelle Cronache fino al terzo libro pubblicato, “Il viaggio del veliero”.

La storia precedente
Peter è nato nel 1927 e ha 13 anni quando appare ne Il leone, la strega e l'armadio. Come monarca dell’Età D’Oro di Narnia, governa con suo fratello e le sue sorelle per quindici anni, raggiungendo l’età approssimativa di 30 anni prima di ritornare alla sua giovinezza in Inghilterra alla fine de Il leone, la strega e l'armadio. Ne L'ultima battaglia ha 22 anni.

Ne Il leone, la strega e l'armadio
Peter è il fratello maggiore, e cerca di proteggere i suoi fratelli, fugge in campagna con i suoi fratelli per mezzo del treno a causa dei raid aerei della seconda guerra mondiale. In campagna, stanno nella vecchia villa del professor Digory Kirke fino alla fine della guerra. Egli tiene spesso a bada i diversi litigi tra i fratelli minori, imponendosi come un vero leader. Tra i diversi litigi che è chiamato ad affrontare c'è quello tra la piccola Lucy ed Edmund sull'esistenza del "paese invernale nell'armadio". Quando Lucy per prima entra nell’armadio, Peter non le crede e pensa che è solo la sua immaginazione, fino a che lui e i gli altri Pevensie entrano a loro volta nell’armadio: “Un bell’allegro scherzo, Lu”. Poi si scuserà con Lucy per non averle creduto e si arrabbierà con Edmund per aver negato l’esistenza di Narnia: “Bene, di tutte le bestie velenose”. Questo è causato dalla rivelazione di Edmund del suo inganno quando, entrando a Narnia, dice: “Io dico… Non dovremmo girare un po’ più a sinistra, se ci stiamo dirigendo al lampione?”. Peter riceve la sua spada, Rhindon, e il suo scudo da Babbo Natale durante il viaggio per trovare Aslan e più tardi viene fatto “Sir Peter Flagello dei Lupi” da Aslan dopo aver ucciso Maugrim il lupo, capo della polizia segreta della Strega Bianca, che stava cercando di uccidere Susan. Questa è la prima battaglia di Peter. Nelle edizioni americane dei libri su cui si basa il film di animazione del 1979, Lewis cambiò il nome del capo lupo in Fenris-Ulf, da una figura della mitologia nordica. In queste versioni, a Peter viene dato l’epiteto di “Flagello di Fenris”. E’ il capo generale dell’esercito di Aslan. Dopo la sconfitta della Strega Bianca Jadis, autoproclamatasi Regina di Narnia, e dei suoi diabolici alleati nella battaglia del Guado di Beruna, è incoronato da Aslan Sua Maestà Re Peter, Re Supremo di Narnia, Imperatore delle Isole Solitarie, Signore di Cair Paravel, Cavaliere del Più Nobile Ordine del Leone. E’ anche chiamato “Re Supremo Peter il Magnifico”. L’antica profezia dei due Figli di Adamo e delle due Figlie di Eva che si sedevano sui quattro troni di Cair Paravel si è realizzata. Questo segna la fine dei cento anni di inverno e del regno della Strega Bianca, ed è l’inizio dell’Età D’Oro di Narnia.

Ne "Il cavallo e il ragazzo"
Nel terzo episodio della saga egli appare solo come il punto di riferimento della terra di Narnia, dove il Re Supremo Peter guida una battaglia per scacciare i giganti dai confini a nord del reame. Il suo valore in questa battaglia era ben conosciuto nella storia di Narnia, come è fatto riferimento negli altri libri. E’ menzionato molte volte, ma non fa mai una vera apparizione. Ritorna a Narnia alla fine per combattere la battaglia. Srà l'unico a non partecipare alla battaglia finale contro i venuti dalla terra di Calormen
.
Ne "Il principe Caspian"
Dopo che i Pevensie arrivano alle rovine di Cair Paravel, trovano la stanza del tesoro del castello, dove Peter, Susan e Lucy trovano i regali che Babbo Natale aveva dato loro. Peter prende la sua spada, Rhindon, e il suo scudo d’argento, e ancora una volta presta servizio come leader del gruppo. Quando i bambini sono obbligati a prendere una decisione, Peter, essendo il Re Supremo, ha l’ultima parola. Prendendo tempo cosi che Aslan risvegli gli altri Narniani e fermi la guerra, Peter suggerisce che lui potrebbe combattere contro Miraz in un duello uno contro uno. Dopo che i Pevensie aiutano a sconfiggere i Telmarini, Peter dà formalmente l’autorizzazione a Caspian di governare Narnia come un re. Aslan dà a Caspian l’autorizzazione di governare “sotto di noi e sotto il Re Supremo”. Peter più tardi confiderà a Lucy ed Edmund che Aslan gli ha detto che lui e Susan non ritorneranno mai più a Narnia, poiché sono troppo grandi ora. I quattro bambini ritornano nel loro mondo, dove stanno aspettando il treno che li porterà ai loro collegi.

Ne "Il viaggio del veliero"
Anche se non fisicamente presente nel libro, viene menzionato che Peter è sotto la tutela del Professor Kirke per la preparazione agli esami.

Ne "L'ultima battaglia"
Peter ha un ruolo minore nella storia e lo si incontra solo alla fine del libro. Resta l’unico a cui si rivolge direttamente Tirian quando il giovane re li implora di venire in suo aiuto. Peter e Edmund andarono a Londra vestiti da operai a riprendere gli anelli magici che il Professor Kirke sotterrò ne “Il Nipote Del Mago” nel cortile dei Ketterley, sperando di usare il loro potere e permettere che Eustachio e Jill raggiungessero Narnia. Tutti e due stavano aspettando Lucy, Eustachio, Jill, Digory e Polly sulla banchina della stazione, quando si schiantò e uccise loro e tutti gli altri portandoli a Narnia. Peter è descritto da Tirian come un uomo che aveva la faccia di un re e di un guerriero. Dopo che Tirian passò attraverso la porta della scuderia e vide Tash per la prima volta, Peter ordinò con calma al demone di andarsene con la sua preda. Dopo che Aslan provocò la distruzione finale di Narnia, Aslan chiese a Peter di chiudere la porta che poi chiuse con una chiave dorata, e fu uno delle molte persone ammesse nel regno di Aslan.


Susan

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Susan Pevensie è un personaggio delle Cronache di Narnia, serie di romanzi scritta da C. S. Lewis. Susan è la sorella maggiore, la seconda più grande tra i ragazzi Pevensie. Appare ne Il leone, la strega e l'armadio e Il principe Caspian come personaggio principale, da adulta ne Il cavallo e il ragazzo. È menzionata ne Il viaggio del veliero e ne L'ultima battaglia. Durante il suo regno a Cair Paravel, è nota come la Regina Susan la Gentile. Lei è l'unica dei Pevensie sopravvissuta all'incidente ferroviario che uccide la sua famiglia ne L'ultima battaglia.

Nei libri
Il personaggio di Susan Pevensie si era mostrato sempre nei libri di Lewis, come quello della sorella più matura, pratica ed a volte scettica rispetto al mondo di Narnia. Nei libri è descritta come una ragazza carina dalle lunghe chiome castane e dai dolci occhi marroni. È la sorella maggiore dei giovani fratelli Pevensie, la seconda per nascita, di natura gentile, sebbene forse un po' timorosa. Esplora Narnia con i tre fratelli, da Babbo Natale riceve un prezioso corno magico ed un arco, con faretra e frecce. Assisterà al sacrificio di Aslan alla Tavola di Pietra e prenderà l'appellativo di la Gentile una volta nominata regina di Narnia. Una delle sue maggiori particolarità, è la sua tendenza ad essere particolarmente aggressiva nei confronti dei due fratelli, mentre è particolarmente apprensiva con Lucy. Ma questo accade principalmente nel Leone la strega e l'armadio. Sarà l'unica dei fratelli Pevensie a non fare ritorno a Narnia nell'ultimo libro, poiché, una volta cresciuta, ricorderà le sue avventure come un gioco di bambini; ne L'ultima battaglia Jill dirà di Susan: "lei è interessata solo in calze e rossetto ed inviti. Lei è sempre stata una preda troppo acuta perché voleva crescere troppo in fretta"

Nei film
Nei film è interpretata dall'attrcie Anna Popplewell (e da Sophie Winkleman alla fine de Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio). Nel film Le cronache di Narnia: il principe Caspian Susan intreccia una breve relazione sentimentale con lo stesso principe Caspian; alla fine decide ugualmente di tornare nel suo mondo, dopo aver regalato a Caspian un ultimo bacio.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Edmund

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Edmund Pevensie è un personaggio della saga di sette libri Le cronache di Narnia di C. S. Lewis. È il terzo dei quattro fratelli Pevensie protagonisti della saga (oltre a Peter, Susan e Lucy). Compare nel 2° libro (Il leone, la strega e l'armadio), nel 3° (Il cavallo e il ragazzo), nel 4° (Il principe Caspian), nel 5° (Il viaggio del veliero) e nel 7° (L'ultima battaglia). Ha litigato con la sorellina minore riguardo l’esistenza di Narnia, ma poi l’esplorò incontrando per primo la Strega Bianca Jadis che fu decisa a corromperlo per conoscere anche i suoi fratelli, che riteneva essere molto importanti poiché figli d’Adamo e figlie di Eva. Edmund tradisce i fratelli e in parte pagherà già questo atto soffrendo nella prigione gelata del castello della Strega. Poi scapperà da lei perché liberato da una spedizione inviata dal leone Aslan, che lo porterà in salvo e persino si sacrificherà per lui. Ha combattuto la battaglia sulla piana di Beruna contro Jadis e dopo essere stato incoronato come i fratelli fu da sempre chiamato il Giusto, forse in memoria della sua lealtà verso i fratelli nata dopo lo sbaglio avvenuto con la Strega Jadis. Nel film è interpretato dall'attore Skandar Keynes.


Lucy

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Lucy è ritratta per la prima volta nel 2° libro 'Il leone, la strega e l'armadio', poi è presente nel 3° libro 'Il cavallo e il ragazzo' nel 4° libro 'Il principe Caspian' e nel 5° libro 'Il viaggio del veliero'.
È la sorella minore tra i quattro giovani Pevensie (Peter, Susan, Edmund in ordine di maggior età) ed anche la più insicura ma non meno decisa e convinta delle sue idee, come accade nel litigio col fratello maggiore Edmund riguardo l'esistenza di Narnia. Lucy difende la verità anche se viene considerata dai fratelli maggiori una bugiarda con tanta fantasia usata solo per attirare l'attenzione.
La piccola Lucy conoscerà il Signor Tumnus, simpatico satiro con cui stringerà in futuro una buona amicizia, esplorerà per prima il magico mondo di Narnia, come i fratelli riceverà un prezioso dono da Babbo Natale ed assisterà con la sorella maggiore Susan al sacrificio di Aslan. Verrà anch'ella incoronata regina di Narnia e prenderà l’aggettivo della 'Valorosa'.


Signor Tumnus

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

È un simpatico e cortese fauno che incontra Lucy nel bosco presso il lampione di Narnia. Lui la invita nella sua casa e le offre una tazza di tè accompagnata da una soave musica che l'addormenta. Quando la piccola si sveglia il signor Tumnus le rivela di averla tradita e di aver informato la Strega Bianca Jadis del suo arrivo, e, pentitosi, l'aiuta a scappare ed a far ritorno nel suo mondo attraverso l' Armadio Guardaroba. Al ritorno di Lucy con i tre fratelli, il signor Tumnus è stato fatto prigioniero dalla strega, la regina di Narnia, che è alla disperata ricerca di bambini (figli di Adamo e figlie di Eva) per smentire un'antica profezia.
Più tardi sempre Lucy, accompagnata dalla sorella maggiore Susan, ritroverà l'amico pietrificato nella sala del castello ghiacciato della strega. Solo alla fine riuscirà a riabbracciarlo.


Professore

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Il professore è molto vecchio, con i capelli bianchi e ispidi e un'abbondante peluria che gli cresce sulkla faccia oltre che in testa, formando una gran barba bianca. Sembra un uomo buffo ed è una cara persona che non si sorprende dei racconti dei ragazzi, anche quelli più incredibili. Questo perché grazie alla magia del bizzarro zio Andrew, il professore da ragazzo ha avuto la fortuna di visitare altri mondi. Da uno di questi ha portato la perfida Regina Jadis, e in un altro ha assistito alla nascita di Narnia, creata dal canto del leone Aslan. Da Narnia torna con una mela magica, in grado di guarire la malattia della madre. Il torsolo, una volta piantato, diventa un melo maestoso che produce i frutti più buoni d'Inghilterra. Quando una tempesta lo sradica, insieme a tutti gli alberi della zona, il professore non ha cuore di farlo diventare legna da ardere e lo trasforma in un armadio. Tuttavia non è lui a scoprirne i poteri magici...


Aslan

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Protagonista centrale della storia, compare in tutti i volumi della saga:
È un magnifico leone, assai più grande del normale e dal pelo dorato e morbido.
Figlio dell'Imperatore d'Oltremare, ha creato col suo canto la bellissima terra di Narnia, dato la parola agli animali e fin dall'alba dei tempi del suo regno l'ha protetta dal male, come avviene anche nel secondo libro della saga Il leone, la strega e l'armadio assieme ai quattro fratelli Pevensie (Peter, Susan, Edmund e Lucy), che faranno avverare la Profezia di Narnia diventando re e regine.
Sempre attento alla sorte del suo caro regno, anche se spesso i suoi abitanti lo ritengono non curante e poco presente, egli interviene con tempestività e grazie alle sue doti riporta l'ordine.


Jadis la strega bianca

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

È prima la Regina malvagia della città di Charn, poi diventa Strega Bianca appena preso il comando del regno di Narnia. È figlia di un demone Lilith, moglie di Adamo, e di un orribile gigante. Ha preso il potere e governa Narnia nel gelo poiché afferma di essere una figlia d'Eva, quando invece non ha una goccia di sangue umano nelle sue vene.
Jadis ha molti poteri e trucchi magici.
Ha una forza sovrumana, può far sembrare una cosa un'altra, ha una bacchetta magica con cui pietrifica i nemici, è in grado di uccidere tutti gli esseri viventi con la misteriosa " parola deplorevole ", può creare inverni eterni senza Natale, grazie a un incantesimo di pietrificazione può rimanere senza bere,mangiare,respirare ecc.


Il nipote del mago

Ella è stata risvegliata da Digory nel castello di Charn dove lei era regina da secoli. Inizialmente al trono dell’importante e florido regno di Charn, la città più bella di quel mondo e di tutti i mondi, vi era la sorella di Jadis che a sua detta era cattiva e perfida. Jadis mirava al suo potere, ma la sorella era decisa a non concederglielo così scatenando un’aspra e sanguinosa guerra tra i soldati di una contro i soldati dell’altra. Jadis, vedendo cadere anche l’ultimo suo soldato fu vista dalla sorella come sconfitta ed arresa, ma lei aveva un potere sconosciuto: la parola deplorevole. Dopo esser rimasta l'unica persona nel suo regno, Jadis pronunciò un incantesimo per il quale visse un sonno incantato lunghissimo a tavola con le statue dei suoi antenati pietrificati. Si sarebbe svegliata solo al suono di una campana. La campana fu suonata con un martello appunto da Digory, che era giunto a Charn in esplorazione con la vicina di casa Polly. Dopo l'incontro la strega Jadis volle assolutamente recarsi nel mondo dei due ragazzini che ella reputava più giovane poiché vantava un sole più piccolo, giallo e più caldo del suo. Giunse a Londra dopo essersi trascinata a Digory che indossava l'anello verde come Polly per tornare a casa. Lì conobbe colui che aveva creduto a Charn essere il più grande mago del mondo, lo zio Andrew, e pretese di prendere il comando.
La Strega Bianca è una terribile creatura che tenne Narnia sotto il suo potere per molto tempo. Nonostante questo, lei non è originaria di Narnia. La strega Bianca proviene da un mondo in rovina chiamato Charn. Il suo vero nome è Jadis ed era una principessa di Charn. Era figlia di un demone e di un gigante (da cui ha ereditato l'altezza sovrumana). Lottò contro sua sorella per il trono di Charn. Le due stabilirono il patto di non usare la magia, ma sua sorella non mantenne gli accordi e sconfisse tutti gli eserciti di Jadis. Jadis trovandosi senza aiuto pronunciò la parola deplorevole. La parola deplorevole è un incantesimo conosciuto a pochi per uccidere tutti gli esseri viventi di un mondo, tranne chi la pronuncia. Jadis aveva sconfitto i suoi nemici, ma non c'era più cibo e allora si pietrificò. Verso l'Apocalisse di Charn, due bambini Polly e Digory con degli anelli magici arrivarono a Charn e per sbaglio liberarono Jadis e la strega li seguì nel nostro mondo creando scompiglio. I due bambini riportarono la strega nella foresta di Mezzo (un posto che collega tutti i mondi) e poi la portarono in quello che credevano fosse Charn.In reltà erano a Narnia, un mondo che a quel tempo non era ancora nato, infatti, assistettero alla sua creazione da parte di Aslan il grande leone. Finita la creazione, Jadis si scontrò con Aslan lanciandogli in mezzo agli occhi una sbarra di ferro (che poi diventerà un lampione). Aslan disse a Polly e Digory di andare a cercare un frutto magico per scacciare la Strega. Jadis diventò immortale mangiando un frutto magico e cercò di fermare Digory. Ma il ragazzo non si fece corrompere e portò il frutto ad Aslan. Il leone piantò il frutto e nacque immediatamente un albero che impedirà per secoli a Jadis di entrare a Narnia. Questa, scacciata da Narnia, si creò un regno fra i monti del Nord aspettando che l'albero morisse. La strega passò la sua lunga vita male perché ha utilizzato il frutto magico per motivi personali e questa cosa la corroderà fino alla fine della sua vita.
Il leone, la strega e l'armadio
Morto l'albero magico, la strega Jadis, divenuta la Strega Bianca e autoproclamatasi regina, con un incantesimo fa cadere su Narnia un inverno gelido ed eterno che, secondo l'antica Profezia di Narnia, sarebbe stato sciolto solo dai figli di Adamo e le figlie di Eva. Per questo motivo ordina a tutti, se qualcuno avesse avvistato un umano, di portarlo da lei. Intanto Aslan, che era stato via da Narnia da molto tempo, torna e prepara delle truppe per sconfiggere la Strega Bianca. Quando Edmund entra nell'armadio alla ricerca di Lucy, incontra la strega che lo convince ad unirsi a lei con la promessa di farlo diventare principe, a patto che egli conduca da lei i suoi fratelli. Edmund si reca al acstello della strega per dirle che i suoi fratelli sono a casa del Signor Castoro e che Aslan sta ritornando. La strega prima imprigiona Edmund, poi decide invece di portarlo con se' mentre va alla ricerca di Aslan. Intanto Aslan, che era stato via da Narnia da molto tempo, torna e prepara delle truppe per sconfiggere la Strega Bianca. Peter, Susan e Lucy raggiungono il leone e salvano Edmund. Ma la Strega Bianca reclama il sangue di ogni traditore: per salvare Edmund, Aslan si fa uccidere al suo posto. Mentre Peter ed Edmund combattono contro la Strega Bianca, Aslan resuscita ed insieme a Susan e Lucy va nel castello della strega a ritrasformare gli abitanti di Narnia che Jadis ha pietrificato per andare in aiuto di Peter, che sta per perdere la battaglia. Aslan però arriva in tempo, sconfigge l'esercito nemico ed uccide la Strega. La profezia si avvera, i quattro bambini diventano i re e le regine di Narnia, e torna la pace.


Signore e Signora Castoro

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Sono una coppia di castori che vivono nelle vicinanze della casa del Signor Tumnus e del passaggio attraverso l' Armadio Guardaroba. Il Signor Castoro scopre Peter, Susan, Edmund e Lucy nel bosco e dimostra di essere loro amico mostrando a Lucy il fazzoletto che aveva dimenticato a casa del Signor Tumnus. Il cortese castoro accompagna i suoi quattro ospiti alla sua diga dove offre loro il pranzo e dove discutono della Profezia di Narnia che li riguarda. Poi i quattro ragazzi ed i Signori Castoro sono costretti a scappare dalla loro diga perché assediati da un branco di lupi con a capo Maugrim inviati lì dalla Strega Bianca Jadis.


Maugrim

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

È un lupo che assieme al suo branco è al fedele serivzio della Strega Bianca Jadis. Sono alla ricerca e all'inseguimento dei quattro fratelli Pevensie: Peter, Susan, Edmund e Lucy.

Babbo Natale (Narnia)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Incontra nella foresta i tre fratelli Pevensie, Peter, Susan e Lucy, mentre Edmund è tenuto prigioniero dalla Strega Bianca Jadis. Egli ritorna a Narnia dopo un lungo periodo d'assenza dovuto all'incantesimo della strega che implicava l'inverno interno. Ora che si avvicinava la primavera e quindi il ritorno di Aslan, era giunto anche Babbo Natale a dare ai tre giovani figli d'Adamo dei doni:
Lo Scudo e la Spada di Peter
L'arco, la faretra e il Corno magico di Susan
Il Cordiale magico di Lucy


Mr. Fox

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

L’abile sig. Fox (la voce è di Rupert Everett) è una delle creature che rimangono leali ad Aslan e ai Pevensie durante il glaciale inverno imposto dalla Strega Bianca. Nonostante la somiglianza con i lupi che cercano di portarlo dalla parte dell’oscurità. Il compito del signor Fox è radunare le forze fedeli ad Aslan per scendere in battaglia contro i suoi nemici. E’ abbastanza pazzo da sfidare la Strega Bianca, pazzo come una volpe.


Oreius
Il centauro Oreius è il generale dell'esercito di Aslan, condottiero delle forze del bene contro le orde di creature diaboliche comandate dalla Strega Bianca. Il centauro è una creatura mezzo uomo (la parte superiore) e mezzo cavallo (la parte inferiore) è la creatura più armoniosa della zoologia fantastica e fra le sue caratteristiche ci sono saggezza e lealtà; è considerata un eccellente stratega bellico.

Satiri
Il satiro è una creatura mezzo uomo e mezzo capra leale all'esercito di Aslan. Benchè siano feroci in battaglia, i satiri della foresta sono esseri timidi e sono conosciuti per il loro amore per musica e le celebrazioni. I Satiri rappresentavano le potenze vitali della natura in tutta la loro pienezza, erano demoni dei boschi e dei monti, dove trascorrevano il loro tempo nella massima dissolutezza, cantando, ballando e inseguendo le Ninfe. Dal loro nome fu chiamata "satira" una forma di rappresentazione teatrale in cui si mettevano in ridicolo dei ed eroi.

Grifoni
I grifoni sono creature leggendarie che hanno il corpo, le zampe posteriori e la coda di un leone, combinate con la testa artigli e ali d’aquila. Questi saggi e veloci alleati di Aslan possono attraversare i cieli poco amichevoli di Narnia. I bestiari medievali affermavano che il grifone aveva la grandezza e la forza di oltre cento cavalli, e che fosse capace di ghermire e portar via un cavallo con il suo cavaliere, o due buoi aggiogati all'aratro, e portarli volando al suo nido; perché alle zampe ha unghie grandi come corna di bue, e con queste si fanno coppe per bere, e con le costole, archi per tirare.
Il gigante Fracassa è gentile e fa parte di una famiglia che ha tradizione di grande bontà, non è molto intelligente, ma insomma, i giganti non lo sono quasi mai. Porta con sé una grossa clava che usa in battaglia.


Oggetti Magici

L' Armadio Guardaroba
Il Lampione di Narnia
Lo Scudo e la Spada di Peter
L'arco, la faretra e il Corno magico di Susan
Il Cordiale magico di Lucy



Luoghi

Narnia
Castello di Jadis
La Tavola di Pietra
Cair Paravel


La Profezia

Profezia di Narnia : la misteriosa magia che la Strega Bianca Jadis cerca di spezzare eliminando o imprigionando ogni figlio d'Adamo che si sarebbe introdotto a Narnia.
avatar
ChiArA_25
Admin

Messaggi : 263
Data d'iscrizione : 03.02.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum