FantasyLibri
Grazie per aver effettuato l'accesso.
Se ti sei appena registrato: il conto che si cita nell'email di conferma registrazione si tratta della possibilità di fare donazioni al forum,ma non è assolutamente un obbligo. Questo forum è libero e non avrà mai un costo! Diffondi la notizia

- Il ciclo di Shannara di Terry Brooks -

Andare in basso

- Il ciclo di Shannara di Terry Brooks -

Messaggio  ChiArA_25 il Lun Dic 05, 2011 6:52 pm

[center][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
( clicca sull'immagine per tornare alla Cronologia della Saga di Shannara)

SAGA DI SHANNARA
Il ciclo di Shannara

La Spada di Shannara

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

è il primo libro dell'epopea fantasy di Shannara scritta da Terry Brooks. Narra le avventure dei fratelli Shea e Flick Ohmsford durante la loro lotta contro il Signore degli Inganni, oscura e malvagia minaccia che incombe sulle Quattro Terre. Molti altri romanzi completano ed espandono il mondo di Shannara e seguono le vicende di diverse generazioni di Ohmsford. La Spada di Shannara è stato pubblicato per la prima volta nel 1977 dalla casa editrice Random House di New York negli Stati Uniti e nel 1978 dalla Mondadori in Italia. È stato il primo fantasy a scalare la classifica dei bestseller del New York Times dai tempi de Il Signore degli Anelli.

Trama

Secoli dopo questi fatti, la famiglia Ohmsford di Valle d'Ombra vive tranquilla crescendo un bambino mezzelfo, chiamato Shea e adottato in seguito alla morte dei genitori, loro lontani parenti, assieme al figlio Flick. I fratelli diventano inseparabili e aiutano a mandare avanti la locanda di famiglia finché, quasi vent'anni dopo, giunge a Valle Ombra una figura alta, scura e misteriosa. Il suo nome è Allanon, ed è l'ultimo dei Druidi. Il volto nascosto dalle pieghe del mantello rende l'uomo ancora più oscuro e misterioso. Allanon giunge portando un avvertimento: la vita di Shea è in pericolo. Il druido sostiene che il Signore degli Inganni, che tutti pensavano essere solamente una leggenda, è ritornato ed è alla ricerca di Shea, l'ultimo discendente di Jerle Shannara e l'unico essere vivente che possa sollevare la Spada di Shannara contro di lui. Dopo aver consegnato a Shea tre pietre blu come protezione, Allanon riparte, dicendo a Shea di lasciare immediatamente Valle Ombra. Riluttante a seguire il consiglio di Allanon, è necessaria la comparsa dei Messaggeri del Teschio, potenti agenti del Signore degli Inganni arrivati a Valle d'Ombra alla ricerca dell'ultimo discendente di Shannara a convincere Shea a partire. Shea e Flick fuggono con i Messaggeri del Teschio alle calcagna. Cercano rifugio nella vicina cittadina di Leah, sulle montagne. Shea è amico di Menion, figlio del signore di Leah. Menion è il miglior cacciatore delle Terre del Sud e decide di guidare i fratelli Ohmsford fino alle Terre dell'Est, dove Allanon ha dato loro appuntamento a Culhaven, la capitale della nazione dei Nani. Le tre Pietre donategli da Allanon e rivelatesi preziose pietre magiche elfiche proteggono Shea e i suoi compagni durante le loro avventure fino a quando arrivano sani e salvi a Culhaven. Una volta arrivati, viene convocato un concilio delle Razze sotto la supervisione di Allanon per decidere come combattere il Signore degli Inganni. Viene deciso di inviare un piccolo gruppo a Paranor, l'antica fortezza dei Druidi dove è conservata la Spada di Shannara. Lì potranno prendere possesso dell'unica arma in grado di distruggere il Signore degli Inganni definitivamente. Viaggiando attraverso la Valle d'Argilla, Allanon si ferma al Perno dell'Ade per chiedere consiglio all'ombra di Bremen, suo predecessore, per poi proseguire attraverso la catena montuosa dei Denti del Drago e arrivare a Paranor, senza Shea, disperso lungo la via. I superstiti del gruppo scoprono Paranor invasa da soldati Gnomi, al servizio del Signore degli Inganni. La Spada di Shannara è inoltre scomparsa; è già stata rubata e portata a nord verso il Regno del Teschio, dimora del Signore degli Inganni. Il gruppo a questo punto si divide, alcuni alla ricerca di Shea, altri con il compito di preparare le difese per l'inevitabile battaglia. Mentre è alla ricerca del fratello, Flick si imbatte nell'accampamento nemico e vi si intrufola per liberare il Re degli Elfi Eventine Elessedil che era stato fatto prigioniero per bloccare l'avanzata degli Elfi in aiuto di Callahorn, stato della Frontiera e primo obiettivo colpito dalle forze di Brona. Menion nel frattempo salva e si innamora di una splendida ragazza dai capelli rossi, Shirl Ravenlock, ed insieme organizzano l'evacuazione della città-isola di Kern, successivamente bruciata dall'esercito del Nord. Shea viene salvato da un ladro monco chiamato Panamon Creel e dal suo compagno muto, il troll Keltset. Diretti a Nord, Shea e i suoi salvatori giungono infine nel Regno del Teschio, luogo in cui Orl Fane, un pazzo Gnomo disertore, nella sua insanità ha portato la Spada di Shannara. Nel momento in cui la Frontiera sta per cedere all'esercito del Nord, Shea recupera e impugna la spada, sua per diritto di nascita. Finalmente il potere misterioso della spada gli viene rivelato, ed egli è costretto a confrontarsi con la verità della sua vita nel momento in cui tocca l'impugnatura dell'arma. In quel momento il Signore degli Inganni si materializza di fronte a lui, con l'intento di distruggerlo. Determinato a non permettere a Brona di far ancora del male a nessuno Shea lo attacca. Il Signore degli Inganni, immune alle armi fisiche, viene colpito dalla verità stessa. Brona, l'uomo, era morto durante la Prima Guerra delle Razze. Il resto della sua vita come Signore degli Inganni è costruito su una menzogna. Costretto a confrontarsi con la verità della sua morte, il Signore degli Inganni svanisce insieme a tutto ciò che aveva creato. In seguito alla distruzione del Regno del Teschio Kelset perde la vita sacrificandosi per salvare i suoi amici. Alla Frontiera l'esercito del Nord è facilmente sconfitto dopo che i Messaggeri del Teschio sono svaniti, subendo il medesimo destino del loro padrone, e gli Elfi di Eventine sono arrivati in aiuto agli Uomini di Callahorn. Allanon raggiunge Shea al Nord riportandolo dai suoi amici e rivelandogli di essere il centenario figlio di Bremen. Saluta poi il giovane mezzelfo dicendogli di aver bisogno di riposare e sparisce... La pace è ristabilita e gli eroi tornano alle loro case. Shea e Flick sono riuniti, più sicuri delle loro capacità e Menion è diventato un uomo più responsabile con una ragazza della Frontiera da cui ritornare.

Personaggi principali

Shea Ohmsford
Shea Ohmsford è un personaggio della trilogia di Shannara scritta da Terry Brooks. È il personaggio principale del primo romanzo della serie di Shannara, La Spada di Shannara.

Storia
Dopo essere stato informato dal Druido Allanon del suo retaggio quale discendente di Jerle Shannara, parte insieme a suo fratello Flick alla ricerca della Spada di Shannara, il potente talismano magico capace di sconfiggere definitivamente il Signore degli Inganni. Con un gruppo di rappresentanti delle diverse razze e sotto la guida di Allanon si dirige alla fortezza di Paranor per recuperare la Spada, ma mentre attraversano la catena montuosa dei Denti del Drago Shea svivola in un torrente ed è diviso dal gruppo. Shea viene salvato da un ladro monco chiamato Panamon Creel e dal suo compagno muto, il troll Keltset che l'aiuteranno nella ricerca della Spada di Shannara, rubata a Paranor da uno gnomo folle che si sta dirigendo verso il Regno del Teschio. Con l'aiuto di Panamon e Kelset Shea si dirige a Nord sulle tracce del ladro e recuperata, non senza difficoltà, la Spada prosegue verso il cuore del regno di Brona per sconfiggere il druido ribelle. Nel momento in cui impugna la spada, sua per diritto di nascita, finalmente il potere misterioso dell'arma gli viene rivelato, ed egli è costretto a confrontarsi con la verità della sua vita quando tocca l'impugnatura dell'arma. In quel momento il Signore degli Inganni si materializza di fronte a lui, con l'intento di distruggerlo. Determinato a non permettere a Brona di far ancora del male a nessuno Shea lo attacca. Il Signore degli Inganni, immune alle armi fisiche, viene colpito dalla verità stessa. Brona, l'uomo, era morto durante la Prima Guerra delle Razze. Il resto della sua vita come Signore degli Inganni è costruito su una menzogna. Costretto a confrontarsi con la verità della sua morte, il Signore degli Inganni svanisce insieme a tutto ciò che aveva creato. In seguito alla distruzione del Regno del Teschio Kelset perde la vita sacrificandosi per salvare i suoi amici. Allanon raggiunge Shea al Nord riportandolo dai suoi amici e rivelandogli di essere il centenario figlio di Bremen. Al termine delle sue imprese il mezzelfo fa ritorno con il fratello Flick a casa, a Valle Ombra.

Flick Ohmsford
Flick Ohmsford è un personaggio della trilogia di Shannara scritta da Terry Brooks. È fratello di Shea Ohmsford, personaggio principale del primo romanzo della serie di Shannara, La Spada di Shannara.

Storia
Flick è insieme a Shea quando quest'ultimo è informato dal Druido Allanon del suo retaggio quale discendente di Jerle Shannara e parte con lui alla ricerca della Spada di Shannara, il potente artefatto magico capace di sconfiggere definitivamente il Signore degli Inganni. Flick non ha sangue elfo nelle vene e sebbene assolutamente devoto al fratello Shea, Flick ha un carattere opposto in quanto spesso sarcastico e pessimista. Sebbene all'inizio si senta abbastanza inutile in confronto agli altri membri del gruppo che viaggia verso Paranor, Flick nel corso della storia esibirà risolutezza e coraggio riuscendo a trovare il sistema per far oltrepassare il Nodo alla compagnia e riuscendo a salvare la vita al re degli Elfi Eventine Elessedil, prigioniero dei Troll nemici.

Menion Leah
Menion Leah, della stirpe dei Leah, è un personaggio del ciclo di Shannara scritto da Terry Brooks nel 1978. È un uomo forte e coraggioso, unico figlio del re di Leah ed erede al trono di Leah; accompagna Shea e Flick Ohmsford nel loro viaggio alla ricerca della spada di Shannara nel primo libro (La spada di Shannara) della trilogia.

Storia
Dopo che Allanon chiede a Shea e Flick Ohmsford di intraprendee un viaggio verso l'Anar, i due giovani chiedono aiuto a Menion Leah, grande amico di Shea, in quanto è un esperto conoscitore delle terre attorno a Leah e conosce la strada per arrivare a Culhaven. Spensierato e ribelle, li conduce attraverso le Pianure di Clete e le Querce Nere. Giunti alla Palude della Nebbia, si perdono di vista e si ritrovano dopo vari giorni a Culhaven. Grazie a questa avventura "mette la testa a posto, e si innamora di una bella ragazza, Shirl Ravenlock, discendente dei vecchi re di Kern e di Callahorn prima dei Buckhannah. Fu Menion Leah a impugnare per primo la spada di Leah che sarebbe poi diventata leggendaria e anche vero e proprio talismano di Shannara ne La Canzone di Shannara. Menion fu considerato il più grande arciere e battitore delle Terre del Sud durante La Spada di Shannara. La sua bravura insolita per l'età fu anche testimoniata dall'esperto nano Hendel.

Allanon
Balinor Buckhannah
Balinor Buckhannah è un personaggio importante del primo libro (La Spada di Shannara) della trilogia Il ciclo di Shannara scritto da Terry Brooks nel 1978.

Storia
Balinor Buckhannah è il futuro re di Callahorn ed è un grande amico di Allanon. Viene mandato da quest'ultimo ad avvertire i fratelli Ohmsford che dovevano partire per Culhaven per ordine di Allanon. In seguito prenderà parte alla spedizione verso la fortezza druida di Paranor, attualmente in mano al Signore degli Inganni, per recuperare la mitica Spada di Shannara con la quale Shea deve sconfiggere Brona. Arrivato a Tyrsis, prende il comando dello stato, dato che il re è morto, riunisce la Legione della Frontiera che era stata sciolta da suo fratello Palance, e combatte contro l'immenso esercito del Signore degli Inganni vincendo. Alla sua morte non ha eredi, quindi il regno passa in mano a un suo lontano cugino, più per caso che per volontà del popolo.

Hendel
Hendel è un Nano molto esperto in combattimento e furbo grazie ai molti anni passati a combattere nelle guerre di confine contro gli Gnomi nelle immense foreste dell'Anar. Quando torna verso la capitale nana Culhaven dai villaggi nani del sud dell'Anar si imbatte in Menion Leah ,che era stato stregato da una sirena, e lo porta a Culhaven, dove lo aspettano Flick e Shea Ohmsford. Partirà alla ricerca della Spada di Shannara con Allanon, Menion Leah, Flick e Shea Ohmsford, Durin e Dayel Elessedil e Balinor Buckhannah. Salverà tutti al nel Wolfkstaag dagli Gnomi alleati del Signore degli Inganni facendo da esca per attirarli e lasciar scappare i suoi amici; si salverà e ritroverà i suoi amici più avanti. Morirà lottando contro le guardia del perfido Stenmin, che voleva far diventare re Palance al posto di Balinor, nel castello dei Buckhannah.

Durin Elessedil

Dayel Elessedil
Eventine Elessedil
Panamon Creel
Keltset
Brona
Orl Fane
Shirl Ravenlock
Ombra di Bremen



Le Pietre Magiche di Shannara

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

« E il demone odiava. Odiava con un'intensità che sconfinava nella pazzia. Una reclusione secolare nella nera prigione oltre la barriera del Divieto aveva dato al suo odio tempo più che sufficiente per invelenirsi e dilatarsi. Ora lo divorava. Era tutto, per lui. Da esso traeva potere, quel potere che avrebbe usato per annientare le creature che gli avevano causato tanta pena. Gli Elfi! Tutti gli Elfi! » (Terry Brooks, Le Pietre Magiche di Shannara)
Le Pietre Magiche di Shannara (il titolo originale inglese è The Elfstones of Shannara) è il secondo libro dell'epopea fantasy di Shannara scritta da Terry Brooks. Narra la storia degli Elfi, solo accennata nel precedente romanzo e segue le vicissitudini di Wil Ohmsford, nipote di Shea (protagonista del primo libro) ed erede delle Pietre Magiche.

Storia degli Elfi
Prima del tempo degli Uomini vi fu l'era di Faerie. Molti spiriti potenti (tra i quali il Re del Fiume Argento) sono originari di quest'epoca. Gli Elfi, a quel tempo vivevano per lunghissimo tempo e possedevano una grande magia, come tutti gli esseri viventi di quel tempo. In quel tempo gli Elfi crearono le Pietre Magiche. Tuttavia, all'inizio del tempo, anche l'oscurità venne creata come necessaria controparte della luce, e dall'oscurità nacquero i Demoni. Dopo anni di lotta tra luce e tenebra, gli Elfi evocarono la loro più grande magia e crearono il Divieto, un incantesimo che imprigionò i Demoni al di fuori dei confini del mondo. Crearono inoltre l'Eterea, un bellissimo albero color argento dalle foglie carminie in grado di mantenere il Divieto. Sfortunatamente, questo enorme sforzo prosciugò quasi interamente il potere magico degli Elfi, lasciandoli quasi del tutto sprovvisti di magia, mancanza che però risultò superabile in mancanza dei Demoni da combattere. La maggior parte delle creature di Faerie si indebolirono a causa del mancato uso della magia e si estinsero. Tuttavia, gli Elfi sopravvissero, sebbene indeboliti. Col tempo cominciarono ad assomigliare sempre più alla razza umana che si era evoluta più recentemente, sia in forza che in longevità. Intimoriti dagli umani che si moltiplicavano rapidamente, gli Elfi cominciarono a nascondersi, ritirandosi in profondità nei boschi rimanendo a guardia dell'Eterea. Anche quando l'umanità quasi distrusse il mondo nelle Grandi Guerre, gli Elfi rimasero in disparte, utilizzando i residui della loro magia per salvaguardare l'Eterea. Dopo la distruzione, quando l'umanità si divise in quattro razze distinte, gli Elfi colsero l'opportunità di uscire dal loro isolamento. A quel tempo, molti credettero che gli Elfi fossero solo un'altra razza derivata dall'umanità risorta. Gli Elfi emersero e si posero come guide nel nuovo mondo; fu l'Elfo Galaphile a convocare il primo concilio a Paranor.

Trama
Wil Ohmsford è un giovane che vive a Storlock, la cittadina degli Gnomi guaritori, perché intenzionato a diventare un guaritore ed aiutare i sofferenti. Dopo la distruzione di Brona per mano di suo nonno, Shea, anche le Quattro Terre hanno lentamente iniziato a guarire e le Razze stanno finalmente migliorando i rapporti tra loro. In effetti, Wil risulta essere il primo Uomo accettato a Storlock, la cui scuola di Guarigione è riservata esclusivamente agli Gnomi. Nel corso degli anni a Storlock Wil non aveva mai dato molto peso alle Pietre Magiche che aveva ereditato, non avendo alcuna necessità di una simile arma. Ciononostante, un nuovo pericolo si profila all'orizzonte. L'Eterea, l'albero-guardiano del Divieto, sta morendo dopo migliaia di anni passati a tenere le orde dei Demoni dietro la barriera del Divieto. Eventine Elessedil, Re degli Elfi ormai anziano, teme di non essere in grado di guidare il suo popolo contro un simile nemico ora che gli Elfi sono mortali e privi di magia. Tuttavia non tutto è perduto: Allanon, creduto morto dopo la battaglia contro il Signore degli Inganni, fa ritorno alle Quattro Terre per convincere un riluttante Wil Ohmsford a proteggere Amberle Elessedil, l'ultima degli Eletti (i guardiani dell'Eterea) sopravvissuta. Nel frattempo Allanon rimarrà a guidare gli Elfi nei combattimenti contro i Demoni quando il Divieto sarà inevitabilmente infranto. Assieme al Druido combatte Ander Elessedil, l'incerto e dubbioso secondogenito del re degli Elfi. Il compito di Wil è di scortare Amberle ad Arborlon, capitale del Regno degli Elfi, dove la ragazza riceve in dono dall'Eterea il suo seme, unica speranza per la rinascita dell'albero. L'unico modo di far germogliare il seme è viaggiare fino al Fuoco di Sangue, sorgente della magia della terra, e immergerlo nelle sue fiamme. Wil ha però delle difficoltà nell'usare il potere delle Pietre Magiche nel momento del bisogno e pensa quindi di non avere abbastanza sangue elfico per poterle utilizzare. I due giovani sfuggono più volte a malapena dall'attacco del Mietitore, il Demone che li insegue, ma diventano molto legati l'un l'altra a mano a mano che proseguono nel loro cammino. Wil resiste alle attenzioni della bellissima zingara Eretria, loro guida nel viaggio attraverso Terre dell'Ovest, rendendosi conto di amare Amberle. Si tratta di un amore impossibile. Mentre Wil riesce finalmente a sconfiggere il suo timore delle Pietre Magiche per distruggere il Mietitore, Amberle comprende il vero e profondo senso della sua ricerca. Alla fine del lungo viaggio, ella prende in se il seme fecondato dalle fiamme del Fuoco di Sangue, tramutandosi in una nuova Eterea e ripristinando così il Divieto. Wil ha il cuore spezzato e Allanon, a conoscenza di cosa sarebbe successo, non riesce a convincerlo della necessità per entrambi di ignorare la verità. Wil si sente tradito dal vecchio Druido, il quale comincia a mostrare segni di invecchiamento dopo la faticosa battaglia finale. Wil viene curato da Eretria e, guarito nel corpo, fa finalmente ritorno a casa, ma non solo, come nota il neo Re Ander Elessedil vedendo Wil ed Eretria lasciare Arborlon insieme. Wil però ma non avrà mai più fiducia nelle mezze verità dei Druidi, convincendosi del fatto che essi usino il loro sapere per manovrare e usare gli altri.

Personaggi principali
Wil Ohmsford
Amberle Elessedil
Eretria
Allanon
Eventine Elessedil
Ander Elessedil
Stee Jans
Dagda Mor
Mietitore
Camaleonte


La Canzone di Shannara

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

« Così Brin cantò, e la canzone inghiottì i suoni della foresta finché non vi fu altro, risuonando limpida e nitida nell'aria mattutina. L'olmo fu scosso da un brivido, i suoi rami vibrarono in risposta. Brin aumentò il tono della voce, avvertendo la resistenza dell'albero, e le sue parole divennero più pressanti. Il tronco ricurvo, stentato dell'olmo si districò dalla quercia, con i rami che si scorticavano e si laceravano, mentre le foglie venivano strappate violentemente dai gambi » (Terry Brooks, La Canzone di Shannara)

La Canzone di Shannara (il titolo originale inglese è The Wishsong of Shannara) completa la prima trilogia di Shannara, continuando la storia da dove Le Pietre Magiche di Shannara l'avevano lasciata. Narra le vicende dei figli di Wil Ohmsford e Eretria, Jair e Brin. Durante l'utilizzo delle Pietre Magiche fatto nella guerra ai Demoni, parte della magia elfa è passata attraverso il sangue di Wil ai suoi figli, un potere innato che Brin aveva chiamato Canzone Magica. Il potere di Jair è di creare illusioni, mentre sua sorella maggiore è in grado di modificare la realtà stessa.

L'Ildatch
Prima dell'inizio del tempo dell'umanità, nell'età di Faerie, i Demoni crearono un libro di magia nera. Questo libro era così pieno della loro essenza che divenne esso stesso un essere senziente, con una sua propria volontà. Quando i Druidi raccolsero tutta la conoscenza rimasta nel periodo successivo alle Grandi Guerre, il libro, l'Ildatch, venne alla luce dopo innumerevoli millenni. Rimase inoffensivo fino a che il Druido Brona lo trovò nelle sale di Paranor e cominciò a leggerne i segreti. Brona fu sovvertito dallo stesso potere che cercava di controllare e fu così che nacque il Signore degli Inganni. Dopo la sconfitta di quest'ultimo ad opera di Shea, Allanon pensò che il libro oscuro fosse rimasto distrutto durante la caduta del Regno del Teschio, ma alcuni servitori umani di Brona recuperarono il libro, e cominciarono a leggerlo...

Trama
Allanon è tornato alle Quattro Terre e chiede l'aiuto della nuova generazione di Ohmsford. L'Ildatch, il libro della magia nera, ha posseduto una nuova generazione di mortali, le Mortombre, per continuare l'opera iniziata e lasciata incompiuta dal Signore degli Inganni. Dalla loro fortezza nelle Terre dell'Est, le Mortombre hanno reso schiave le tribù di Gnomi, creando un esercito da inviare per attaccare i Nani. Allanon necessita della magia di Brin per entrare nel Maelmord e distruggere l'Ildatch. In aiuto alla giovane si unisce Rone, bisnipote di Menion Leah, il quale porta una spada rafforzata e resa magica dalle acque del Perno dell'Ade. Il giovane Jair viene lasciato a casa, nonostante le sue suppliche di poter accompagnare la sorella maggiore. Ciononostante, quando gli Gnomi giungono a Valle Ombra, Jair fugge verso nord dove incontra il Re del Fiume Argento. L'antico spirito lo informa del fatto che se anch'egli non si dirigerà nelle Terre dell'Est Brin perirà nel corso della sua missione. Egli offre il suo aiuto a Jair, ma in cambio di ciò Jair dovrà purificare le acque del Fiume Argento, avvelenate dalle Mortombre. Jair parte per la sua missione, accompagnato dallo Gnomo Slanter e da un gruppo che giunge da Culhaven, tra cui il Maestro d'Armi Garet Jax. Nel frattempo Brin e Rone assistono impotenti alla lotta tra Allanon e un antico Demone, una Jachyra. La creatura viene distrutta, ma l'ultimo dei Druidi è mortalmente ferito. Prima di morire, Allanon pone il suo segno su Brin e sulla sua discendenza affiché gli succedano nel compito di vegliare sulle Quattro Terre. Rone e Brin proseguono ormai sfiduciati e affranti per la perdita del Druido. Continuando il loro viaggio verso il Maelmord incontrano un personaggio bizzarro, Cogline, un vecchio mezzo matto che ha addomesticato un Gatto di Palude chiamato Baffo, e sua nipote, Kimber Boh che li aiutano nel viaggio. Raggiunto finalmente l'Ildatch, Brin non riesce però a distruggerlo ma ne viene posseduta. Il libro brama il suo potere e vuole il suo corpo come strumento per controllarla o distruggerla. All'ultimo momento, riuscito a purificare il Fiume Argento, appare Jair e l'amore del fratello strappa Brin dalla possessione del libro. La ragazza, risvegliatasi, distrugge definitivamente il libro oscuro e i fratelli possono quindi ritornare a casa. Hanno conquistato la pace, ma a caro prezzo: Allanon è morto, come molti tra i compagni di Jair. Prima di ritirarsi nelle acque del Perno dell'Ade l'ombra di Allanon ricorda a Brin la sua eredità informandola che presto la magia scomparirà nuovamente dal mondo e che saranno i suoi eredi ad adempiere alla sua promessa.


Personaggi Principali

Brin Ohmsford
Jair Ohmsford
Rone Leah
Allanon
Slanter
Garet Jax
Cogline
Kimber Boh
Baffo

Mortombre

Personaggi Secondari
Browork
Edain Elessedil
Elb Foraker
Helt
Stige
avatar
ChiArA_25
Admin

Messaggi : 263
Data d'iscrizione : 03.02.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum